Il mio mosaico

IMG_20151224_004235

Proviamo a capire quello che io realizzo e come lo realizzo per potervi permettere di apprezzare il lavoro che faccio e come lo svolgo.

La prima attenzione che pongo è nella scelta dei materiali e delle forme che gli faccio assumere. La forma che do alle tessere con il taglio è particolare e singolare, perchè è lì che si nasconde la sostanziale differenza dei miei lavori:

Tessere in Pasta di Vetro
Per quanto riguarda quelle in pasta di vetro, che realizzo partendo da quelle industriali (che generalmente sono di forma quadrata o rettangolare) le taglio dandole forme irregolari e diverse una dall’altra.
Nonostante questo le fessure (dette in gergo fughe) le faccio apparire sempre dello stesso spessore; a differenza del taglio a casaccio che farebbe risultare gli accostamenti delle tessere molto imprecisi e con le fughe di larghezze diverse.
Per quanto questa ricerca di forma generato dal taglio della tessera comporti un tempo di realizzazione più lungo, la resa dell’opera guadagna in preziosità.
Guardando i classici mosaici bizantini, che hanno fatto scuola e la fanno tutt’ora. Osservando invece i mosaici contemporanei, si nota all’istante che la buona parte tessere è uguale, cioè rettangolare o quadrata.
Solamente nelle zone dove necessita fare angoli acuti o curve molto chiuse le tessere vengono tagliate a misura per avere forme che seguono l’andamento del disegno.
In questo modo, che a posa finita ci si accorge che nella realizzazione, le trame disegnate dalle fughe stesse tra le tessere tendono a disturbare il vero soggetto dell’opera rendendola così meno gradevole anche obsoleta.
Nel mio caso la trama di fondo data dalle fughe strette ed irregolari non infastidisce il soggetto, anzi lo rende molto più dettagliato e definito, per così dire galleggiante in uno spazio diverso dal suo.

IMG_20150903_132452

Tessere in Ceramica
Nel caso dell’utilizzo della ceramica, per le tessere utilizzo sempre materiale industriale (ceramica da interno, esterno e gres).
Il loro taglio è per lo più fatto con il disco flessibile e le tessere possono rivelarsi di forme e grandezze molto diverse, a seconda della zona dell’opera nella quale voglio inserirle: nel caso di un indumento creo con il taglio la piega del panneggio; nel caso di un cielo accosto tessere di piccola grandezza ad altre di grandezza superiore per un effetto nuvola; nel caso di un prato le tessere saranno di forma filamentosa intera per una resa migliore dell’effetto.